admin / IL PAESE / I MONUMENTI

I MONUMENTI

Il Paese dei Monumenti Giuliopoli, pur non essendo stato oggetto di analisi statistiche, a detta di chi lo frequenta, e' il paese con la piu' alta concentrazione di monumenti a parita' di abitanti e superficie.Amante della sua terra natia e delle sue tradizioni, il Conte Odilio, si dedico' alla ricostruzione e all'abbellimento del paese. Dopo la sua morte, avvenuta l'11 Gennaio 2003, Il consiglio comunale su proposta del sindaco ha deliberato per intitolare la piazza del "Santariello"a Odilio Domenico Pellegrini.

Il Santariello  e' una graziosa villa comunale che il Conte dono' al comune e continuo' ad abbellire.
Sacro cuore
La statua del redentore, e' ulteriormente impreziosita da colonne in marmo di cui due, sostenenti due angeli adoranti, opera di scultori Vicentini. Vicino al Santariello figura anche una bella fontana in pietra di Verona realizzata dai maestri scultori di Vicenza.
Il Busto in bronzo di Padre Pio  e' opera dell'artista G. Marinelli delle fonderie Marinelli di Agnone. L'opera e' in bronzo ed e' protetta da una cupola in rame che poggia su quattro colonne. Il tempietto e' stato voluto dal Conte Odilio per la sua particolare devozione nei confronti del santo.
Padre Pio
Fontana
La Fonte  e' la fontana in pietra a cui , fin dai tempi piu' remoti, i Giuliopolesi ed i passanti ricorrono per dissetarsi. L'acqua scorre limpida e fresca. I Giardinetti si trovano anch'essi sulla piazza principale del paese e sono luogo dedicato ai bambini, muniti di scivolo, altalene ed altri giochi.
La Madonna dell' Assunta , conosciuta come madonnina, accoglie i viandanti provenienti dal bivio di Rosello, e' posta a circa 15 metri dal suolo e particolarmente suggestiva e' la sua vista nelle notti di foschia, quando la madonna, illuminata dai fari, sembra librarsi nell'etere.
Madonna
La statua di S. Casimiro  situata al centro della piazza principale e' stata commissionata dal Conte Odilio, ai maestri di Vicenza i quali l'hanno realizzata in un unico blocco di pietra.
San Casimiro
Chiesa
La Chiesa di S. Tommaso  costruita nel 1657 e' piccola ed accogliente. In inverno e' frequentata dai pochi residenti mentre le domeniche d'estate si riempie di tutti coloro che dalle caotiche citta' si riversano a Giuliopoli, legati ad esso da un forte sentimento d'affetto che si tramanda di generazione in generazione. Sul lato destro della chiesa si trovano quattro colonne del settecento provenienti dalla Toscana e realizzate in un unico pezzo di pietra. Sono state fatte aggiungere negli anni 90 dal Conte Odilio per impreziosire l'esterno della chiesa.
Il Lavatoio  Questa pietra scolpita a mano ricorda la costruzione della prima fontana "ALLA FONTAVECCHIA" il primo maggio 1809.
Lavatoio